Caso Danny Masterson: dichiarazione della Church of Scientology International

Pubblicato da Redazione il giorno 25 ottobre 2023

In merito alle accuse rivolte alla Chiesa di Scientology durante il caso legale riguardante il sig. Danny Masterson, la Church of Scientology International ha rilasciato una dichiarazione che può essere letta qui:

https://www.scientologynews.org/statements/2023/statement-31-may.html

Segue traduzione

Dichiarazione della Church of Scientology International

Il fatto che l'accusa abbia coinvolto la religione in questo processo è una violazione senza precedenti del Primo Emendamento e colpisce il diritto al giusto processo di ogni americano. La Chiesa non era parte in causa e di conseguenza la religione non poteva essere coinvolta in questo processo, come la Corte Suprema ha sostenuto per secoli.

Il procuratore distrettuale ha inconcepibilmente impostato l'accusa sulla religione dell'imputato e sulle falsità sulla Chiesa di Scientology al fine di introdurre pregiudizi e fomentare il fanatismo. Il procuratore ha raccolto testimonianze e descrizioni delle credenze e pratiche di Scientology che erano completamente FALSE.

Le affermazioni della Corte sulla dottrina della Chiesa erano una propria invenzione, COMPLETAMENTE SBAGLIATE e palesemente incostituzionali.

La Chiesa non ha alcuna politica che proibisca o scoraggi i suoi fedeli dal denunciare alle forze dell'ordine la condotta criminale di chiunque, scientologist o no che sia. Al contrario, la politica della Chiesa richiede esplicitamente che gli Scientologist rispettino tutte le leggi del paese. Tutte le asserzioni contrarie sono totalmente FALSE.

Non esiste un briciolo di prova a sostegno delle scandalose affermazioni secondo le quali la Chiesa avrebbe molestato le accusatrici. Ogni singolo caso di presunte molestie da parte della Chiesa è FALSO ed è stato confutato.